Brugherio

Un meritato riconoscimento all’Assemblea del Gruppo A.I.D.O. di Brugherio

Durante l’Assemblea ordinaria del Gruppo Comunale A.I.D.O. di Brugherio che si è svolta domenica mattina 20 febbraio presso il Salone della Casa del Volontariato di via Oberdan 81, non si sono solo discusse e votate all’unanimità le relazioni sull’attività svolta l’anno scorso, sul bilancio consuntivo 2021 ed il programma per l’anno in corso nonché il bilancio preventivo 2022: è stata anche colta l’occasione per offrire una targa alla volontaria Vanna Balloni della Sezione Provinciale di Monza e Brianza.

Il motivo del riconoscimento è dovuto all’attività continuata per vent’anni nella Segreteria della Sezione Provinciale con particolare responsabilità nella Commissione Gestione Iscritti all’Associazione, volontariato svolto con perseveranza e precisione per la registrazione dei nuovi iscritti o la loro cancellazione dal S.I.A., Servizio Informativo A.I.D.O. e per l’emissione delle nuove tessere.

L’affetto e la riconoscenza che Vanna Balloni ha saputo conquistarsi in questi vent’anni hanno convinto i volontari brugheresi a farle questo piccolo dono, ma che è il simbolo del grande affetto che essi nutrono per lei.

Vanna Balloni, dopo aver ricevuto la targa, con il Consigliere Nazionale A.I.D.O. Lucio D’Atri.

Presenti all’Assemblea per l’Amministrazione Comunale Marco Troiano, Sindaco, Giovanna Borsotti, Vice Sindaco e Miriam Perego Assessore al Volontariato del Comune di Brugherio; presenti inoltre Antonio Topputo, Presidente della Sezione Provinciale A.I.D.O. di Monza e Brianza, Francesco Pernisco, Presidente della locale Sezione A.V.I.S. che ha presieduto anche l’Assemblea e la Vice Presidente A,.V.I.S. Monica Ingegneri.

Al termine i volontari hanno voluto festeggiare la ritrovata occasione di trovarsi tutti insieme dopo due anni di pandemia e per rinnovare con un brindisi la loro volontà di continuare ad operare con ancora maggior vigore alla diffusione della cultura della donazione di organi e tessuti post mortem, in favore dei pazienti in lista d’attesa per un trapianto.

Ufficio Stampa A.I.D.O. Sezione Provinciale M.& B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su