surgery, operation, hospital-79584.jpg

Trapianti di fegato al San Martino: 50 vite salvate dalla riapertura del centro

Importante traguardo per l’ospedale, il centro era stato riaperto nel maggio del 2021 dopo 9 anni di stop

Il San Martino raggiunge un importante traguardo, sono 50 le vite salvate grazie a un trapianto dalla riapertura del Centro Trapianti di Fegato dell’ospedale genovese. Dopo nove anni di chiusura, nel maggio 2021, le attività erano riprese con il primo trapianto eseguito dall’equipe del professor Enzo Andorno.

I professionisti del San Martino spiegano che si tratta di interventi che durano almeno 7 ore, ma è possibile arrivare anche a un massimo di 13, l’intervento più lungo in assoluto realizzato sino ad ora. L’equipe trapiantologica è composta da circa 50 persone, tra medici, infermieri, perfusionisti e tecnici e molte sono le vite ‘salvate’: oltre il 94% dei pazienti operati è in buone condizioni di salute, il 93% dei trapiantati è ligure e tra i donatori il più anziano è stato un uomo di 86 anni.

Un grande risultato – commenta la direzione dell’ospedale – reso possibile non solo attraverso lo straordinario lavoro svolto dai nostri professionisti, ma anche grazie alle donazioni, senza le quali non sarebbe possibile migliorare l’aspettativa di vita di pazienti come chi ha affidato il suo futuro al dottor Andorno e alle altre equipe coinvolte, che hanno sempre risposto presente, con tempismo ed efficacia“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su