Robecco

Robecco (MI), operativa l’auto per il trasporto organi della Polizia locale

“Da veicolo della droga a veicolo che salverà vite”

Da veicolo che trasportava droga e uccideva a veicolo che trasporterà organi e salverà vite. È il Suv presentato venerdì pomeriggio adibito al trasporto organi. Sequestrato e confiscato per violazioni in materia di stupefacenti è ora in dotazione alla Polizia locale di Robecco sul Naviglio. L’unica, nel territorio, ad essere abilitata alla guida con il comandante Gianluca Salice e l’agente Mauro Pigazzi che proprio ieri sono stati formati dai responsabili di Areu. Fondamentale è stata la collaborazione degli imprenditori locali ringraziati dal Sindaco Fortunata Barni.

“La scelta che abbiamo fatto aggiunge alla nostra comunità un valore importante – ha commentato il primo cittadino – e lo aggiunge, prima di tutto, a tutte quelle persone che hanno bisogno di aiuto”. Il mezzo è stato benedetto dal parroco di Robecco don Emanuele Salvioni: “Fa che i conducenti operino sempre con perizia e prudenza”, ha detto. Presenti i volontari dell’associazione Aido, donatori di organi, tra i quali anche un trapiantato che ha ricordato la sua esperienza.

“La speranza è che quest’auto possa dare un forte contributo nel migliorare le cose – ha commentato il presidente di Aido Robecco Roberto Cremascoli –  Oltre ottomila persone in Italia sono in attesa di trapianto e molte non arrivano ad avere l’organo. Questo valido supporto permetterà di salvare tante vite”. La comunità di Robecco entra così nella rete di Areu, coordinamento regionale trapianti. “Vorremmo ringraziarvi per quello che state facendo e per quello che farete”, ha detto il dottor Marco Sacchi di Areu.

(Graziano Masperi, ticinonotizie.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su