Report del Centro Nazionale Trapianti, il commento della presidente di Aido Flavia Petrin

Soddisfazione per gli ottimi risultati del 2022 sulle donazioni di organi, tessuti e cellule (+3,7%) e sui trapianti (+2,5%)

La presidente Petrin: “Per promuovere la cultura del dono e diminuire le opposizioni è indispensabile investire e rafforzare i presidi sanitari territoriali e le associazioni di volontariato”.

(Roma, 24/01/2023) – “Siamo soddisfatti e nel contempo avvertiamo la responsabilità di fare di più e meglio”. Così Flavia Petrin, presidente di Aido, Associazione Nazionale per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, commenta i dati contenuti nel report elaborato dal Centro Nazionale Trapianti, presentato stamane dal Ministro della Salute Orazio Schillaci con il direttore del CNT Massimo Cardillo e il presidente dell’ISS Silvio Brusaferro.

Spiega Petrin: “Questi numeri sono per noi molto positivi: nel 2022 le donazioni di organi, tessuti e cellule staminali emopoietiche sono cresciute del 3,7%, così come i trapianti, aumentati del 2,5%. C’è però ancora molto da fare se consideriamo le migliaia di persone in lista d’attesa, pazienti per cui il trapianto è davvero l’ultima possibilità di cura”.

“Per altro verso – sottolinea Petrin – è necessario impegnarsi per ridurre le quote di opposizione alla donazione, che si rilevano particolarmente alte nelle regioni del Sud. Per promuovere la cultura del dono è indispensabile rafforzare la rete sanitaria e di volontariato del territorio e su questo Aido continuerà ad impegnarsi”.

Il nostro obiettivo è innanzitutto culturale – continua la presidente – perché il “sì” alla donazione deve essere una scelta consapevole, da effettuare in vita. Con Aido è possibile farlo sia in modalità classica olografa (scrivendo cioè di proprio pugno) sia online, senza dimenticare la possibilità di esprimere il proprio consenso durante le operazioni di rinnovo della carta d’identità in comune. Sul nostro sito aido.it e sulla nostra app è inoltre attiva Digital Aido, la funzione che consente di esprimersi favorevolmente alla donazione 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, con un semplice click da pc o smartphone”. 

Conclude Petrin: “I buoni risultati su donazioni e trapianti sottolineano l’impegno fin qui profuso e rappresentano un motivo in più per continuare con maggiore determinazione”.

Alvise Sperandio
(con la collaborazione di Anna Maselli)
Ufficio stampa Aido nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su