Sanremo Aido

Le Note del Dono risuonano a Sanremo

AIDO, con il Vice Presidente Nazionale Vicario Leonio Callioni, nella conferenza stampa che elegge Sanremo capitale del progetto

Martedì 9 novembre, alle ore 11:00, al Teatro del Casinò di Sanremo, si è svolta la conferenza stampa di presentazione del Progetto “Le Note del Dono”, ideato da FRATRES NAZIONALE – Donatori di Sangue ODV, co-promosso da AIDO Nazionale e Donatorinati – Polizia di Stato OdV e che coinvolge tutte le Istituzioni e le Associazioni del mondo del dono di materiale biologico e dei trapianti raggruppate nell’hashtag #doniperlavita.

La conferenza stampa ha eletto Sanremo capitale del progetto di promozione, a sigle e istituzioni riunite, della cultura della donazione di materiale biologico umano attraverso la musica, come gesto di solidarietà sociale. Co-promosso da AIDO Nazionale e Donatorinati – Polizia di Stato OdV, #lenotedeldono coinvolge tutte le istituzioni e le associazioni del mondo del dono e dei trapianti, raggruppate nell’hashtag #doniperlavita.

Ispirazione di questo nuovo modo di parlare di donazione di sangue e di organi, attraverso la voce di cantanti e influencer, è Ines Frassinetti, mancata a soli 14 anni dopo una lunga e travagliata malattia, in attesa di un trapianto di cuore e di polmone. Ines era un’anima speciale, sensibile, profonda, matura, solare e generosa e con una grande dignità. In ospedale aveva fatto disegni, conosciuto artisti e personaggi del mondo dello spettacolo e delle istituzioni, scritto un diario e alcune poesie e il testo della canzone “Come una Regina aspetta il suo Re” che vuole raccontare l’attesa di chi aspetta un organo per effettuare un trapianto. Il progetto porta avanti il messaggio a favore della vita e del diritto alla salute che anche Ines avrebbe voluto, dopo il trapianto, far arrivare ai giovani, tramite la musica, la letteratura, l’arte, la scuola e la catechesi.

E tutto dedicato ad Ines l’intervento in conferenza stampa del Vice Presidente Nazionale di AIDO – Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, Leonio Callioni, accompagnato in conferenza dal Consigliere Nazionale AIDO Bruno Battistin: “Ines è un esempio da portare ai giovani. La vita di Ines, spezzata in così giovane età, è stata tuttavia breve solo in una dimensione temporale ma infinitamente lunga in una dimensione di significato. Un vero e proprio senso della vita ricercato e trovato nella “scelta”. La scelta della gioia di vivere, la scelta dell’aiuto al prossimo, la scelta dell’amore verso gli altri. La scelta di Ines: sorridente e coraggiosa fino alla fine, forte di una forza interiore che può e che deve far riflettere”. E il tema della scelta è proprio alla base dell’espressione del consenso alla donazione di organi. “Sta a noi scegliere. Scegliere la vita o, al contrario, quell’”omicidio dell’indifferenza” al quale non possiamo permetterci di assistere inermi”, conclude Callioni riferendosi al dato orribile dei troppi decessi in lista d’attesa e ricordando le oltre 8.000 persone in attesa di trapianto.

Tanti gli interventi in conferenza stampa, a partire dall’Assessore alla cultura Silvana Ormea, a Vincenzo Manzo, Presidente FRATRES NAZIONALE – Donatori di Sangue e Coordinatore pro tempore del CIVIS (Coordinamento Interassociativo Volontari Italiani del Sangue) – a  Juliette Romeo, mamma di Ines Frassinetti, per concludere con Barbara Borsotto, Atelier Daphne Sanremo, e la presentazione del foulard ispirato ai disegni fatti in ospedale da Ines Frassinetti, abilmente ed elegantemente elaborati dall’azienda fondendo delicatamente il tema floreale con quello della salute, in una creazione artistica che diventa un chiaro strumento di sensibilizzazione.

A moderare la conferenza stampa, Christian Basagni, funzionario Fratres Nazionale ODV nonché coordinatore del progetto, insieme al brillante Marco Vanni, Direttore Artistico de “Le Note del Dono”.

“Per sensibilizzare il maggior numero di persone sulla necessità di fare tutti la propria parte per salvaguardare la fruizione del diritto costituzionale alla salute — dichiara il Presidente Nazionale FRATRES e Coordinatore pro tempore del CIVIS (Coordinamento Interassociativo Volontari Italiani del Sangue) Vincenzo Manzo — c’è bisogno di fare rete”. Ciò ha fatto nascere il Volontariato Associativo del Dono che, nel progetto Le Note del Dono, trova, con le istituzioni, una convergenza di interessi rappresentata dalla salvaguardia del benessere e della salute delle persone e dall’empatia della musica come veicolo di importanti messaggi sociali: “Infatti, promuovere la cultura del dono coinvolgendo cantanti, influencer e i loro follower contribuisce a focalizzare l’attenzione della gente su ciò che ci accomuna e che ci può salvare la vita. Il primo passo è acquisire la consapevolezza delle necessità quotidiane di materiale biologico umano e che questo non può essere fabbricato in laboratorio ma solo donato, poi occorre che tutti facciano sentire il proprio sì alla vita, avvicinandosi al dono! Ringraziamo il Comune di Sanremo per la sensibilità dimostrata verso i valori e i principi ispiratori del progetto e i nostri partner per la collaborazione e il supporto. La scelta di Sanremo non è casuale, questa città è un orgoglio italiano, il simbolo dei fiori e della musica, fattori che rappresentano la cornice ideale per questo progetto”.

“Donare è amare e vivere: non ci sono pezzi superflui nell’universo. Ognuno è qui per riempire uno spazio e per dare il proprio contributo: DonatoriNati Polizia di Stato ha deciso di Esserci Sempre e ha sposato pienamente il progetto Le Note del Dono” – così il Presidente Nazionale Donatori Nati Polizia di Stato Claudio Saltari.

 “Donare significa contribuire alla costruzione di una società fondata sulla solidarietà, significa coltivare la speranza di un mondo migliore, significa comprendere che l’opera umana più importante è essere utile al prossimo. AIDO promuove tra “Le Note del Dono” la nota più bella: il “Sì” alla donazione di organi, tessuti e cellule, un Sì capace di salvare vite» – conclude la Presidente Nazionale di AIDO Flavia Petrin, a sostegno del progetto interassociativo al quale è dedicato il canale YouTube “Le note del dono”.

Francesca Boldreghini
Direttore della Comunicazione AIDO Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su