Le chitarre di Dodi Battaglia al Teatro Ghione

Uno spettacolo, scritto dallo stesso musicista con Fausto Brizzi ed Eleonora Lombardo, che è anche un dialogo intimo e divertente fra l’artista, chitarrista dei Pooh dal 1968 al 2016, la sua memoria e le sue inseparabili e fedeli compagne di viaggio, le chitarre, che porterà sul palco.

Dopo il debutto milanese arriva il 12 e 13 novembre al Teatro Ghione di Roma il nuovo spettacolo teatrale di Dodi Battaglia Nelle mie corde – canzoni & sorrisi diretto da Fausto Brizzi, che torna per la seconda volta alla regia teatrale. Dodi e le sue chitarre saranno i protagonisti di un racconto in musica quella dei 50 anni con i suoi amici per sempre, ma non solo. Un Dodi mai visto che, oltre a suonare, aprirà il suo cassetto dei ricordi per condividere la sua parte più intima con il pubblico.

Il testo è stato scritto da Fausto Brizzi e Dodi Battaglia in collaborazione con Eleonora Lombardo, attrice/cantante che rivestirà anche il ruolo di aiuto-regista e che non mancherà di fare incursioni sul palco per divertirsi e cantare insieme al musicista. Un dialogo intimo e divertente (a volte fino all’irriverenza) fra l’Artista, la “sua memoria” e le sue inseparabili e fedeli “compagne di viaggio”, le chitarre, che porterà sul palco. Le stesse che lo hanno seguito in sala d’incisione e nelle esibizioni live durante tutto il suo percorso artistico segnando, con le loro diverse timbriche, l’evoluzione dello stile musicale dagli anni 60 ad oggi.

Ciascuno strumento sarà l’occasione per raccontare uno spaccato della vita di Dodi: un atto d’amore dove alla bellezza degli strumenti e dei loro suoni, si alterneranno cenni storici, aneddoti, retroscena, video spesso inediti e immagini pubbliche e private, legati a questo lungo percorso di successo che ha accompagnato la vita dell’Artista.

Sponsor dello spettacolo Koverlux e MB, aziende made in Italy con sede a Bergamo, leader nel settore moda per finiture superficiali di accessori, le uniche in grado di gestire finiture multiple sul singolo oggetto. Referenti capaci di garantire e controllare i diversi processi produttivi, Koverlux e MB negli anni sono diventati partner stilistici/produttivi dei propri clienti, garantendo loro la realizzazione di collezioni e campionari di finiture in totale esclusiva.

Il tour “Nelle mie corde” è anche l’occasione per consolidare la collaborazione tra l’Artista e A.I.D.O. (Associazione Italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule) iniziata nel 2019 quando Dodi fu testimonial e protagonista dello spot per la campagna radio-televisiva sulla donazione di organi. AIDO sarà presente in ogni tappa per sensibilizzare ed informare correttamente il pubblico sull’importanza della donazione. Flavia Petrin, Presidente dell’associazione: “Particolare riconoscenza va a Dodi, non solo per la sua amicizia, ma anche per la sensibilità e la disponibilità che ci ha dimostrato con questa partnership. Grazie alla sua musica, alle sue bellissime note, il Sì alla donazione risuonerà come un Sì alla vita”.

Dodi Battaglia è musicista, compositore, polistrumentista, chitarrista e voce dei Pooh dal 1968 al 2016. Nei suoi 54 anni di carriera Donato Battaglia, in arte Dodi, insieme ai suoi colleghi, ha venduto più di 100 milioni di dischi, è autore di oltre 185 brani dei quali più di 78 sono stati composti per il gruppo. Con i Pooh ha realizzato 30 album di inediti, oltre a 2 rifacimenti, 10 live, 14 raccolte. Sempre con il gruppo ha tenuto oltre 3000 concerti in Italia ed all’estero, inclusi Canada, USA, Giappone, Est Europa. Vanta numerosi e prestigiosi riconoscimenti, tra cui il titolo di “Miglior chitarrista europeo” conferito dal giornale tedesco “Die Zeitung” nel 1981 e da parte della rivista “Der Spiegel” nel 1986 e per due anni consecutivi “Miglior chitarrista italiano”.

Nel 2017 gli viene assegnato il Diploma Accademico Honoris Causa di secondo livello in “Chitarra elettrica jazz” dal Conservatorio “Egidio R. Duni” di Matera. Scelto come testimonial dalle più importanti case produttrici di chitarre, nel 1997 l’americana Fender dedica a Dodi un modello elettrico realizzato su sue specifiche indicazioni. Stessa cosa fa l’australiana Maton nel 2000 con uno strumento acustico. La carriera solista di Dodi prosegue tutt’ora con la pubblicazione di 10 album, dei quali 5 inediti e con tournée che lo portano nelle città e nei teatri di tutta Italia. Nel 2020 ha pubblicato con azzurra Music il libro “Le mie 60 compagne di viaggio. Le chitarre di Dodi Battaglia”. Il 12 settembre 2022, sempre per Azzurra Music, è uscito il 45 giri con l’ultima esibizione pubblica di Stefano D’Orazio in occasione del “Dodi Day” del 2018.

Fausto Brizzi è invece regista, sceneggiatore, produttore e scrittore italiano. Nato a Roma, si diploma nel 1994 al Centro sperimentale di cinematografia. Dopo varie esperienze fra teatro e tv, nel 2006 dirige il film “Notte prima degli esami”, da lui anche scritto, che gli vale il David di Donatello come miglior regista emergente, il Ciak d’oro, il Telegatto, lo Sky Award e il premio del pubblico al Festival di Annecy. Da allora ha diretto numerosi film di grande successo “Notte prima degli esami – Oggi” (Premio miglior film dell’anno), “EX” (10 Candidature David di Donatello), “Maschi contro femmine” (premio “Diamanti al cinema” nella categoria “Miglior Regia” al Festival di Venezia 2011), “Femmine contro maschi” (candidato al Nastro D’argento per la miglior commedia), “Com’è bello far l’amore”, “Forever Young”, “Poveri ma ricchi”, ed il sequel “Poveri ma ricchissimi” con Christian De Sica, il ritorno della coppia Boldi – De Sica in “Amici come prima”, “Modalità aereo”, “Se mi vuoi bene”, “La mia banda suona il pop”, “Bla Bla Baby” e “Da grandi” (2022). Nel 2013 esce il suo primo romanzo “Cento giorni di felicità”, a cui fanno seguito “Se mi vuoi bene” e il romanzo autobiografico “Ho sposato una vegana” seguito, un anno dopo, da “Se prima eravamo in due” (2017).

Eleonora Lombardo, infine, studia, fin da giovanissima, danza e, successivamente, canto e recitazione. Inizia a lavorare come ballerina prima per la televisione e poi in importanti produzioni di musical come ensemble e poi con ruoli importanti come Rizzo in Grease prodotto da Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi. Nel frattempo comincia a sviluppare un forte interesse per la regia e la produzione, arrivando a seguire importanti progetti seguendo ogni fase: dall’idea iniziale all’allestimento seguendo ogni reparto (scena, luci, musiche, costumi) sia dal punto di vista creativo che organizzativo fino al debutto. Con Stage Entertainment ha collaborato come aiuto regista di Chiara Noschese alla messa in scena di “Singin’in the Rain” e “Flashdance”, come assistente/capo balletto in “Footloose”, come performer in “Mamma Mia!” e “La Febbre del Sabato Sera”. Nel 2019 è aiuto regista del musical “Balliamo sul mondo” con le musiche di Luciano Ligabue. Con lo stesso ruolo segue due progetti per ragazzi del Teatro nazionale: “Le Avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie” e “Il Piccolo Principe”.

(roma.repubblica.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su