ColorAIDO: il “dono” per la fantasia dei più piccoli! Un nuovo progetto per la Sezione Provinciale AIDO di Cuneo

Partendo dal detto popolare che “nessuno nasce né imparato né saputo“, grazie alla collaborazione con AVIS e nello specifico il Gruppo Comunale di Cavallermaggiore presieduto dal vulcanico Presidente Valentino Piacenza, una nuova e simpatica opportunità progettuale è stata ben concretizzata dall’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule Sezione Provinciale di Cuneo.

Da tempo stiamo cercando sulla “Granda” di rendere sempre più evidente come AIDO sia una realtà di vita ed in questa direzione riteniamo che questo concetto possa pienamente essere recepito dai più piccoli, ma anche dai loro genitori” – dice il Presidente Gianfranco Vergnano che aggiunge – “Ecco allora che, con il fattivo supporto della Giunta e del Consiglio Direttivo della realtà di coordinamento associativo della “Granda”, abbiamo realizzato ColorAIDO un divertente e piacevole opuscolo che sarà utilizzato nelle scuole primarie per un progetto ambizioso che grazie all’impegno ed alla sana determinazione di tutti i Gruppi Comunali sarà attuato in collaborazione con il MI (Ministero Istruzione) di Cuneo nella scuola primaria”.

Crediamo particolarmente al mondo della scuola ed ai giovani e questa simpatica occasione che permetterà ad AIDO di entrare in contatto di tanti studenti ed altrettante famiglie della provincia di Cuneo riteniamo possa portare, grazie alla semplicità degli scritti e delle immagini, porterà quella cultura ed informazione utile a vincere paure e timori legati all’adesione alla donazione di organi, tessuti e cellule su un territorio di per sè già generoso, ma che siamo certi lo sarà ancor di più con questo strumento a favore e vantaggio dei tanti pazienti in lista d’attesa per un trapianto” – aggiunge il Vice Presidente Vicario AIDO Sezione Provinciale di Cuneo Enrico Giraudo.

Una bella iniziativa quella che nuovamente la Sezione Provinciale di Cuneo ha saputo ideare e concretizzare” conclude il Presidente AIDO Piemonte Valter Mione “per una realtà fiore all’occhiello della nostra regione che indubbiamente da anni manifesta capacità organizzative ed operative non di poco conto con risultati che ogni anno regalano una speranza di vita grazie ai numerosi atti olografi, oggi oltre 17.000, raccolti sul territorio”.

L’attività progettuale è stata concretizzata con il fattivo supporto del CSV Cuneo del Presidente Mario Figoni.

INFO
cuneo.provincia@aido.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su