GIRO D'ITALIA UNDER 23 2022

Anche nel 2022 AIDO sarà partner etico del Giro d’Italia Giovani

L’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule
promuoverà per il terzo anno consecutivo il proprio messaggio sociale
dando il nome alla maglia Bianca del miglior giovane
della più importante gara a tappe al mondo per ciclisti U23.

AIDO sarà presente in ogni sede di tappa con i propri volontari
e all’arrivo con la testimonianza dei “ciclisti  trapiantati”
che percorreranno gli ultimi km di ogni tappa.

AIDO, Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, sarà per il terzo anno consecutivo partner etico del Giro d’Italia Giovani Under 23, che si svolgerà dall’11 al 18 giugno 2022.

Oltre a essere sfida per i migliori ciclisti U23 al mondo e palcoscenico internazionale per aziende e territori, il Giro Giovani si conferma anche occasione di promozione di messaggi di solidarietà sociale condivisa con i propri partner in giro per l’Italia.

E così anche quest’anno AIDO assocerà il proprio nome alla maglia Bianca riservata al miglior giovane della classifica generale, portando avanti – come accade ormai da quasi 50 anni – l’obiettivo di divulgare la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule.

Ma non solo: AIDO sarà presente in modo capillare, con i propri volontari, nelle sedi di tappa dell’edizione 2022, in programma dall’11 al 18 giugno.

«AIDO Nazionale per il terzo anno consecutivo sarà sponsor etico del Giro d’Italia Giovani U23, portando la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule con i ciclisti trapiantati che testimonieranno il ritorno alla vita – spiega la presidente AIDO Nazionale Flavia Petrin -. Da 49 anni l’Associazione informa i cittadini affinché possano fare in vita la loro scelta in tema di donazione di organi, tessuti e cellule e quest’anno lo farà con uno strumento nuovo: DigitalAIDO, che permette in modo digitale, in un solo minuto, con Spid o con una firma digitale tramite l’App AIDO o il sito. Anche AIDO corre veloce sul web come i giovani ciclisti che si sfideranno in questa gara importante. Vogliamo ringraziare gli organizzatori del gruppo ExtraGiro diretto da Marco Selleri e Marco Pavarini, il nostro sponsor Chiesi Italia, fino agli instancabili volontari AIDO, che rappresentano il cuore pulsante dell’Associazione.

La vittoria è già nostra: cogliere una meravigliosa occasione per continuare a proporre alle persone una grande opportunità. Una scelta, quella del consenso alla donazione di organi, di grande valore etico e sociale, in grado di restituire speranza agli oltre 8.000 pazienti in lista d’attesa per trapianto. Una scelta di solidarietà. Una scelta di vita. La scelta di un semplice sì».

Inoltre, la partnership di AIDO con il Giro d’Italia Giovani Under 23 consente di veicolare un altro messaggio sociale importante, sul tema della prevenzione: lo sport fa bene, migliora la salute e la qualità della vita delle persone e va praticato con costanza. Anche, se possibile, dopo essere stati sottoposti a un trapianto.

Anche per questo, gli ultimi km di ogni tappa verranno percorsi, in parata, da ciclisti “trapiantati”, per portare letteralmente all’arrivo del Giro d’Italia Giovani U23 il messaggio di solidarietà e speranza di AIDO.

«E’ bello riuscire a fare sport e comunicazione sociale in questa maniera, con il sorriso e l’energia che Aido ci trasmette ogni giorno nei villaggi di partenza ed arrivo – dice Marco Pavarini, direttore organizzativo del Giro d’Italia Giovani Under 23 –. Anche quest’anno incontreremo centinaia di volontari Aido durante questo nuovo Giro d’Italia, racconteremo le loro storie e le intrecceremo con una delle grandi motivazioni di questa gara: fare crescere la speranza nel futuro».

Il Giro d’Italia U23, evento sportivo itinerante che vede i giovani protagonisti in gruppo e un pubblico trasversale, per età e provenienza geografica, rappresenta una manifestazione ideale per dare impulso all’attività di sensibilizzazione dell’associazione.

Attraverso la propria presenza al Giro d’Italia Giovani Under 23, AIDO potrà far sentire la propria voce sfruttando una piattaforma di comunicazione che raggiunge decine di milioni di contatti durante i dieci giorni di gara.

(EXTRAGIRO – COMUNICATO STAMPA / Venerdì 15 aprile 2022)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su