AIDO e SPOT SCHOOL AWARD presentano nuova campagna per la donazione

Si terrà a Roma sabato 27 gennaio ore 11.00, presso la sede AIDO in via Cola di Rienzo n. 243, la presentazione alla stampa della campagna “Non serve conoscersi per dirsi ti amo”, con la partecipazione di Flavia Petrin presidente nazionale AIDO, di Gerardo Sicilia presidente Spot School Award ed Alberto De Rogatis cofondatore del Premio, e delle due autrici Chiara Formiconi ed Elisa Francica Nava.

Comunicato stampa

La comunicazione per il sociale firmata dal talento di due studentesse romane è una bella notizia per il settore no-profit che giunge ad inizio anno. Come successo nelle precedenti edizioni del concorso internazionale Spot School Award, giunto alla sua ventitreesima edizione, anche nel 2024 saranno pubblicate alcune campagne premiate. Ciò grazie all’impegno di AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, e della sua presidente nazionale Flavia Petrin, oltre che alla bravura di Chiara Formiconi ed Elisa Francica Nava, studentesse iscritte allo IED di Roma. All’incontro del 27 gennaio, saranno presenti anche gli altri componenti della giunta di presidenza di AIDO nazionale: Donata Colombo, vicepresidente vicario e amministratore, Vito Scarola vicepresidente, Roberto Ciarimboli vicepresidente, Bertilla Troietto segretaria.

A febbraio è previsto l’utilizzo della campagna sociale “Non serve conoscersi per dirsi ti amo” ideata dalle talentuose ragazze che ha conquistato un meritatissimo bronzo nella sezione stampa allo Spot School Award del 2023. Un chiaro messaggio per promuovere la donazione degli organi in Italia veicolato con una campagna multisoggetto, una grande dichiarazione d’amore per la vita che oggi è possibile fare in pochi secondi, seguendo la semplice procedura sul sito www.aido.it. Formiconi e Francica Nava hanno realizzato anche un’altra campagna per la donazione degli organi, ugualmente risultata premiata, la cui ottimizzazione video è stata poi curata dall’agenzia veronese Coo’ee Italia, e per la quale è previsto prossimamente l’utilizzo da parte di AIDO.

La scelta convinta da parte della struttura associativa nazionale, presieduta da Petrin, rappresenta un valore aggiunto agli studi e all’impegno dei giovani, e conferma la validità della mission prioritaria del Premio Spot School Award che ha sempre valorizzato la creatività giovanile e ne ha sostenuto la straordinaria efficacia quale strumento per importanti finalità sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto